Pasqua in Portogallo: alcuni piatti tipici da scoprire - itLisbona

itLisbona

CIBO CURIOSITA' FESTE E SAGRE TRADIZIONI USI E COSTUMI

Pasqua in Portogallo: alcuni piatti tipici da scoprire

Una tipica immagine pasquale

Il periodo pasquale è molto importante in Portogallo, grazie alle sue radicate tradizioni cristiane, e ciò si riflette particolarmente nella sua gastronomia.

Dal Nord al Sud del Paese, esiste una grande varietà di piatti tipici consumati in questo periodo dell’anno. Vediamone alcuni.

Specialità di Pasqua del Nord del Portogallo

Il Nord del Portogallo è contraddistinto da una grande varietà di tradizioni e specialità gastronomiche legate alla Pasqua. È una regione dove la fede cattolica è molto sentita.

Nel Minho (area geografica a nord-ovest), le celebrazioni pasquali coinvolgono il Compasso. Si tratta di un gruppo di persone che, guidate dal sacerdote locale, suonano alle porte dei fedeli per benedire le case. La gente del posto in genere li accoglie con alcuni piatti tipici, come le bolas recheadas (panini ripieni di carne e salsicce), dell’agnello arrosto e il tradizionale folar o pão-doce.

Quest’ultimo, è un pane tipico che può essere dolce o salato, a seconda della regione. È infatti diffuso un po’ in tutto il Portogallo, in diverse versioni. Spesso è caratterizzato dalla presenza di uova cotte, con tanto di guscio (ricorda un po’ come il nostro casatiello napoletano), come simbolo di rinascita.

Ponte de Lima, una delle località più importanti del Minho
Ponte de Lima, una delle località più importanti del Minho, nel Nord del Portogallo
| Immagine di Pedro Quintão | Licenza: Pixabay License

Altre specialità locali sono:

— le broinhas (piccoli panini preparati con farina di mais, zucca o patate e farciti con uvetta),

— il pão-de-ló (uno dei più famosi dolci portoghesi fatto con tuorli d’uovo, uova intere, farina e zucchero — ispirato al nostro Pan di Spagna),

— le cavacas de Margaride, dolcetti glassati tipici della zona di Felgueiras,

— i borrachos, dolcetti fritti fatti con uova, pangrattato, zucchero e cannella,

— il lombo de boi (lombata di manzo), noto anche come “boi da Páscoa”, tipico della zona di Porto.

Alcuni piatti pasquali tipici del Centro e del Sud del Portogallo

Nella zona centrale, che include la regione di Coimbra, quella delle Beiras e la zona montagnosa di Serra da Estrela la mensa pasquale della tradizione include:

— la chanfana, tipica soprattutto della zona di Beira Litoral, a base di carne di capra cotta in una casseruola di terracotta scura con vino rosso, aglio, alloro, pepe, paprika e sale,

— il leitão assado o porcellino arrosto,

— le arrufadas, piccoli panini dolci dalla forma rotonda, tipici di Coimbra e originari del diciottesimo secolo,

— le empanadilhas da Páscoa, dolcetti a forma di mezzaluna, ripieni di noci o mandorle.

Paesaggio tipico dell'Alentejo
Un tipico scorcio dell’Alentejo, vasta regione rurale nel Sud del Portogallo
| Immagine di Faísca de Lisboa, Portugal | Licenza: CC BY 2.0

L’Alentejo, più a sud, è un’altra regione contraddistinta da molte tradizioni locali, sovente legate alla religione cristiana. Qui l’agnello la fa da padrone: ogni sua singola parte viene utilizzata per preparare una grande varietà di piatti. Una specialità molto particolare è il sarapatel, in cui vengono usati anche il sangue e le budella dell’animale.

A Elvas, cittadina fortificata al confine della Spagna, viene preparato il tradizionale doce pascal, un dolce pasquale a forma di animale (pulcino, coniglio, agnellino, ecc.), ricoperto di mandorle bianche e uova sode.
A Castelo de Vide lo stesso dolce ha la forma di un doppio cuore.

Tra le altre specialità ricordiamo anche le queijadas (dolcetti a base di formaggio), i bolos fintos (pagnottine dolci aromatizzate con cannella e semi di finocchio) e l’immancabile folar.

Amêndoas doces, confetti tipici del periodo pasquale
“Amêndoas doces” (tipici confetti pasquali a base di mandorle e cioccolato)
| Immagine di Kreuz_und_Quer | Licenza: Pixabay License

Nell’Algarve abbiamo un folar completamente diverso dagli altri. È il folar de Olhão (o folar de folhas), i cui ingredienti principali sono lo zucchero bruno, il limone e il burro.

Non possono infine mancare, in tutto il Paese, le uova di cioccolato: sono in genere importate, ma non mancano alcuni marchi locali come Regina e Avianense. Un altro goloso simbolo di questo periodo dell’anno sono le amêndoas doces (“mandorle dolci”). Si tratta di confetti colorati a base di cioccolato e mandorla, come suggerisce il loro nome stesso.

E a Pasquetta?

A differenza dell’Italia, in Portogallo non esiste la Pasquetta. Il Lunedì dell’Angelo per i portoghesi è un normale giorno lavorativo e non c’è la tradizione di fare picnic e mangiate all’aperto per l’occasione. Il venerdì che precede la Pasqua invece è un giorno festivo (il Venerdì Santo) ed è celebrato in molte località con messe e processioni.

Quest’anno ovviamente questo periodo sarà vissuto in modo un po’ anomalo a causa delle restrizioni legate alla pandemia. Dopo un inverno molto difficile, il Portogallo è appena uscito dalla fase peggiore legata al Covid-19, ma il governo locale ha voluto comunque attuare una serie di misure preventive nella Settimana Santa.

Pasqua in Portogallo: alcuni piatti tipici da scoprire ultima modifica: 2021-03-19T08:48:33+00:00 da Lorenzo Salinari

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

Grazie per il tuo articolo! 

To Top
2
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x