CULTURA EVENTI TRADIZIONI

Lisbona, capitale del cinema italiano

Festa Do Cinema Italiano - Manifesto

Tra gli eventi più attesi dai nostri connazionali residenti nella capitale portoghese c’è sicuramente la Festa do Cinema Italiano de LisboaOrganizzato dall’Associazione Il Sorpasso dal 2008, il Festival ha negli anni ampliato la sua presenza a livello nazionale e internazionale con estensioni della programmazione in altre città portoghesi e in Brasile, Angola e Mozambico. Non a caso la 12ª edizione, che inizia il prossimo 5 aprile, vuole idealmente « diffondere la lingua italiana nel mondo ».

Dodici anni di cultura italiana

Il festival è da sempre una rassegna di quanto di meglio si produce e si è prodotto in Italia nell’ambito cinematografico; se la sezione Panorama presenta in anteprima al pubblico portoghese le più recenti opere dei registi italiani, la sezione Amarcord è opportunemente dedicata ai grandi classici del nostro cinema, con retrospettive e omaggi. Ma il programma, che sconfina dal mero mondo del cinema, si presenta come una vera e propria celebrazione della cultura italiana, con concerti, mostre, cene e aperitivi tematici che “giustificano” la denominazione di Festa data all’evento.

Festa del coinema italiano Lisbona - Cinemasjorge

Il cinema São Jorge, nella centralissima Avenida da Liberdade, continuerà ad essere la location principale del festival

Parliamo d’altronde di cinque giorni – 5, 6, 7, 13 e 14 aprile – in cui il tricolore sventolerà alto sulla capitale, con ospiti “illustri” che arriveranno appositamente dall’Italia e l’invasione del solito pubblico di appassionati, tradizionalmente ricco di italiani e portoghesi innamorati della lingua più bella del mondo. Oltre che a Lisbona, questa edizione del Festival si svolgerà in altre 18 città portoghesi, tra cui Coimbra (9-11 aprile), Porto (10-14 aprile), Aveiro (15 e 16 aprile), Viseu (1-3 maggio) ed Évora (14-17 maggio). Dopo il Portogallo, proseguirà in varie città del Brasile (Rio de Janeiro, São Paulo e Brasilia, tra le altre) e di altri Paesi lusofoni. Una rassegna itinerante, dunque, che porterà il nostro cinema, la nostra musica e la nostra gastronomia in giro per il mondo.

Il cartellone

Notti Magiche - fotogramma

Fotogramma del film “Notti magiche” di Paolo Virzì

Quest’anno il cartellone del festival prevede oltre 60 film. In apertura troviamo Notti magiche del premiato regista toscano Paolo Virzì, una pellicola che mescola noir e commedia satirica ambientata nell’estate del campionato del mondo 1990. La sessione conclusiva presenterà invece Euforia, ultimo film dell’attrice e regista napoletana Valeria Golino, storia di due fratelli (interpretati da Riccardo Scamarcio e Valerio Mastandrea) con personalità e vita opposte, che una situazione difficile costringerà ad una più profonda conoscenza reciproca. Tra di loro, una serie di prime visioni in Portogallo come La Paranza dei bambini di Claudio Giovannesi, ispirato all’omonimo romanzo di Roberto Saviano, e l’attesissimo Il primo re di Matteo Rovere, rivisitazione in “stile 300” del mito di Romolo e Remo.

Il Primo Re - fotogramma

Fotogramma del film “Il primo re” di Matteo Rovere

Per le sessioni speciali, il ciclo ““A Grande Arte no Cinema” presenterà i documentari Michelangelo – Infinito di Emanuele Imbucci, dedicato alla vita e all’opera di Michelangelo Buonarroti, e Leonardo 500 di Francesco Invernizzi, che celebra il leggendario Leonardo Da Vinci a 500 anni dalla sua morte. Il tema dell’arte italiana ha fornito al Festival anche l’idea per la campagna pubblicitaria di quest’anno; i 5 manifesti realizzati presentano infatti una rielaborazione contemporanea del Bacco di Caravaggio, della Gioconda di Leonardo, della Nascita di Venere di Botticelli, della Madonna del Granduca di Raffaello e della Creazione di Adamo di Michelangelo.

La retrospettiva

Nanni Moretti - Torino Film Festival

Nanni Moretti nel 2018 al Torino Film Festival

Nella sezione “Grandes clássicos do cinema italiano” il festival dedica un’ampia retrospettiva a Nanni Moretti, che affiancherà ai suoi più celebri film anche alcuni cortometraggi e documentari come il recente Santiago, Italia (2018), ancora inedito in Portogallo. La pellicola racconta i mesi successivi al colpo di Stato in Cile del settembre del 1973, che portò al potere Augusto Pinochet, concentrandosi sul gesto dell’ambasciata italiana a Santiago che aprì le porte a centinaia di richiedenti asilo, consentendo loro di arrivare in Italia.

__________________________

Festa do Cinema italiano
Lisbona – 5, 6, 7, 13 e 14 aprile 2019
Programma completo e orari delle sessioni nel sito ufficiale

Marco Sabatino

Autore: Marco Sabatino

Palermitano, classe 1979. Nel 2004 ho conseguito il diploma in Pittura (con tesi in Storia dell’Arte) presso l’Accademia di Belle Arti della mia città. Da sempre lettore vorace e appassionato di scrittura creativa, sono arrivato in Portogallo il primo ottobre 2009, e quasi contemporaneamente ho cominciato a scrivere per il BLOG DI MUNDO, dove racconto con un pò di ironia (ma giusto un pizzico, eh) del Paese e della sua straordinaria capitale, Lisbona.

Lisbona, capitale del cinema italiano ultima modifica: 2019-03-13T06:28:04-04:00 da Marco Sabatino

Commenti

To Top