CURIOSITA' MITI E LEGGENDE

Ulisse e la leggenda della fondazione di Lisbona

Le origini di Lisbona costituiscono, ancora oggi, un intrigante mistero. I megaliti ritrovati attorno alla città indicano la presenza di insediamenti già della preistoria. La forte presenza di reperti fenici fa supporre che possano essere loro i fondatori della città, ma c’è una leggenda molto più affascinante che circola dai tempi degli antichi greci: la nascita di Olisippo, antico nome della capitale portoghese, sarebbe infatti legata al mitico Ulisse, l’eroe ellenico protagonista dell’Odissea.

Pellegrino Tibaldi, “Ulisse acceca Polifemo (scena 1)”, 1550-51. Palazzo Poggi, Bologna

Il mito e la leggenda

Le vicende del mito di Ulisse, o Odisseo, sono ben note grazie al poema epico di Omero che da lui prende il nome. Unitosi ai re Agamennone e Menelao nella grande guerra contro la città di Troia, durata 10 lunghi anni, Ulisse impiegò lo stesso tempo a tornare nella sua patria Itaca, dove ad aspettarlo c’era la bellissima e devota moglie Penelope. Ma gli Dei furono avversi al condottiero greco, che dovette affrontare un numero inenarrabile di disavventure durante il faticoso viaggio di ritorno.

Ulysses And The Sirens, 1909 (oil On Canvas)

Herbert James Draper, “Ulisse e le sirene”, 1909

Il soggiorno presso la maga Circe, l’approdo alla caverna di Polifemo, la prigionia presso la regina di Ogigia, le terribili sirene e il passaggio attraverso lo stretto di Messina dove si imbatté nei mostri Scilla e Cariddi, sono solo alcuni dei drammatici momenti che decimano l’equipaggio della sua nave. È proprio durante una di queste “tappe forzate” che la leggenda colloca la fondazione di Lisbona. Arrivato nel lembo di terra dove oggi sorge la capitale lusitana Ulisse, entusiasmato dalle sue bellezze naturali, decise di costruirvi quella che secondo i suoi intenti sarebbe dovuta diventare « la città più bella dell’Universo »: Ulisseia!

La regina dei serpenti

Egli però non era a conoscenza del fatto di essere giunto nel regno di Ofiusa (questo il nome dato dagli antichi greci al territorio portoghese), che significa Terra dei Serpenti, governato da una dispostica regina dotata di un bellissimo corpo di donna con una coda di rettile.

I velenosi serpenti sotto il suo comando potevano facilmente decimare l’equipaggio di Ulisse il quale, ormai quasi rassegnato alla ritirata da quella terra meravigliosa, si decise a sfidarla. Ma non con la spada, bensì col suo fascino: riuscì a farla innamorare tanto perdutamente che la regina arrivò ad offrirgli spontaneamente il suo regno. L’eroe finse così di contraccambiare il suo amore e accettò l’invito a rimanere. Da quel giorno uomini e serpenti cominciarono a convivere pacificamente, costruendo la città secondo la volontà dei due amanti.

Ulisse torna a casa ed è riconosciuto dal suo cane Argo. Illustrazione di Theodore van Thulden, 1632-33

Ma Ulisse, che come è noto era dotato di un fine ingegno, in questo tempo sereno aveva architettato la fuga. Un giorno, infatti, mandò un suo fedele compagno a passeggiare con la regina mentre lui si precipitava al porto, scappando via da Ofiusa con la nave rifornita di provviste fresche.

La fuga

Una volta scoperto l’inganno, il dolore attanagliò il cuore della regina. La sua lunga coda non gli permetteva di muoversi con grande velocità, ma non le impedì di strisciare furiosamente fino al fiume lasciandosi dietro, come prova dell’enorme sforzo, le 7 colline che oggi formano Lisbona. Arrivata al fiume continuò ancora un pò di tempo nuotando in direzione del mare, ma Ulisse era già lontano. La donna-serpente finì per arrendersi, senza forze per proseguire. Lo sfinimento e lo strazio la portarono alla morte. Ancora oggi i 7 colli di Lisbona protendono verso il Tago, come alla ricerca di un amore perduto. E anche l’antico nome della città, Olissippo, deriverebbe dal nome dell’astuto eroe greco, che tramutò una città di veleno e di sangue in uno dei più bei luoghi del mondo.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Ulisse e la leggenda della fondazione di Lisbona ultima modifica: 2018-12-11T07:02:31-05:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top