NEWS SPORT

Mattia Perin al Benfica, trasferimento che non s’ha da fare

Mattia Perin

Dopo Fabrizio Miccoli, un altro italiano avrebbe potuto scrivere la storia del Benfica. Si tratta di Mattia Perin, talentuso portiere classe ’92 nativo di Latina che, dopo una stagione incolore e sfortunata alla Juventus, era entrato nel mirino del club di Lisbona. Dopo aver sostenuto le visite mediche, tuttavia, le condizioni fisiche del portiere hanno fatto desistere la dirigenza delle Aquile.

Un momento sfortunato

Sembrava questione di ore l’ufficialità del passaggio di Mattia Perin al Benfica, un potenziale grande colpo per il club lusitano. L’unico interrogativo, riguardante la struttura fisica del portiere, alla fine ha prevalso su tutto. Il ragazzo, infatti, sta avendo una carriera al di sotto delle attese a causa di una serie di infortuni che hanno condizionato anche l’ultima stagione alla Juventus. L’anno scorso Perin ha disputato solo 9 partite, anche a causa di un infortunio alla spalla che lo ha tenuto fuori nella seconda parte di stagione. Mentre nella prima, nei pochi match giocati non ha mai dato la sensazione di poter scalzare il titolare Szczęsny, anche a causa di qualche grave errore.

Mattia Perin In Nazionale

Nell’anno dell’Europeo Perin punta a trovare continuità per essere convocato dal CT Roberto Mancini. Fonte: Virgilio Sport

Per il portiere sembrava aprirsi un nuovo importante scenario in Portogallo, nell’anno che porta all’Europeo. La scarsa continuità, infatti, lo scorso anno gli è costata la Nazionale. Questo è avvenuto proprio quando sembrava che stesse contendendo a Donnarumma il ruolo di portiere titolare lasciato da Gigi Buffon. Proprio del portierone di Carrara Perin sperava di raccogliere l’eredità anche in bianconero. Il destino, però, non lo ha premiato lo scorso anno e, a quanto sembra, non lo farà nemmeno stavolta.

Acquisto con contropartita

Il ritorno di Gigi Buffon in bianconero per poter disputare l’ultima (lo sarà davvero?) stagione nella sua Juve come secondo ha sancito la cedibilità di Perin, per cui le offerte non sono mai mancate. Attualmente ancora infortunato, il giocatore desiderava ardentemente un rilancio. Rilancio che potesse riconsegnargli, oltre alla maglia della Nazionale, quella considerazione a livello internazionale che negli ultimi 12 mesi l’ex numero uno del Genoa ha perduto. L’occasione di giocare titolare in Champions League ha fatto sicuramente la differenza per Mattia, che ha risposto subito alla chiamata del Benfica. Di contro la squadra lusitana ha fortemente creduto in lui, nonostante gli interrogativi a livello fisico che hanno causato, in passato, alla rottura del crociato anteriore di entrambe le ginocchia e due operazioni alla spalla destra.

Mattia Perin Alla Juventus

Della stagione alla Juve di Perin si ricorderà ben poco, ad eccezione del cambio di look. Fonte: Calcio d’Angolo

Il costo del suo cartellino, come detto, doveva aggirarsi attorno ad una cifra complessiva di 15 milioni. Esborso che sarebbe essere comunque ampiamente ammortizzato da una contropartita tecnica che avrebbe fatto il percorso inverso. Si tratta del promettentissimo Joao Ferreira, terzino destro classe 2001, autore di una sontuosa Youth League lo scorso anno coi lusitani. Per questo ragazzo la Juventus avrebbe sborsato (dopo un prestito iniziale con obbligo di riscatto) una cifra intorno ai 10 milioni.

Disaccordo sulle condizioni fisiche

Come abbiamo detto, Perin si è presentato a Lisbona già infortunato. Ed è proprio qui che è sorto il problema. I tempi di recupero stimati dalla Juventus si aggiravano intorno ai 3 mesi. Stando a questi dati, sarebbe rientrato in gruppo già ad ottobre. Dopo le visite, tuttavia, lo staff medico ha sentenziato che il giocatore non sarà pronto prima di dicembre.

Mattia Perin al Genoa

Mattia Perin punta a tornare ai fasti di Genoa. Fonte: 90min

Il gelo è così calato sulla trattativa, con Perin che è immediatamente rientrato alla base. Il Benfica, di contro, ha diramato un comunicato in cui si riportava che il trasferimento del ragazzo sarebbe avvenuto solo dopo la sua guarigione, indispettendo molto la Juventus, che non si aspettava una nota ufficiale spiattellata sui media. L’operazione, così, ha subito uno stop che, a quanto sembra, pare essere definitivo. Con buona pace di Perin, che già sta ascoltando altre offerte dal Porto, dalla Francia e dall’Inghilterra, in particolare quella dell’Aston Villa.

Luigi Bove

Autore: Luigi Bove

Amante della scrittura, dell’arte, del calcio e della vita. Filosofo mancato, sportivo mancato, studioso..mai stato. Mi piace scoprire i vari aspetti del mondo, restando sempre legato alla mia città, Caserta.

Mattia Perin al Benfica, trasferimento che non s’ha da fare ultima modifica: 2019-07-25T06:00:37-04:00 da Luigi Bove

Commenti

To Top