ARTE CULTURA MUSEI

Le stelle della Pop Art in mostra a Lisbona

Cropped Marylin Warhol.jpg

È in corso a Lisbona una grande mostra per celebrare la Pop Art, movimento che tra gli anni ’50 e ’60 elevò l’immaginario collettivo a Arte, influenzando numerosi artisti fino ai giorni nostri. In esposizione, 122 opere dei maggiori esponenti del genere, a partire dai “Fab Four” Andy Warhol, Jasper Johns, Robert Rauschenberg e Roy Lichtenstein. “Estrelas da Pop Art” sarà visitabile alla Cordoaria Nacional fino al 5 gennaio 2020.

Pop Art Warhol
Il celebre “Barattolo di zuppa Campbell” di Andy Warhol

Una co-produzione italo-portoghese

La mostra è stata organizzata dalla società portoghese Art For You in collaborazione con il gruppo italiano Arthemisia, leader nel nostro Paese nella produzione e allestimento di esposizioni temporanee e permanenti. Riunisce una selezione di più di 100 opere grafiche autentiche di proprietà del collezionista spagnolo José Luís Rupérez. Accanto agli artisti iconici del Movimento – i succitati Warhol, Johns, Rauschenberg e Lichtenstein – sono rappresentati anche David Salle, Jean Michel Basquiat, Jeff Koons, Keith Haring e tantissimi altri. Curata dalla critica d’arte Dolores Durán Ucar, l’esposizione e già passata per la Corea del Sud e dalla Spagna, dove ha attratto numerosi visitatori al Museo de la Pasión di Valladolid. Secondo l’organizzazione, è stata “ridisegnata” specificatamente per lo spazio della Cordoaria, nell’ottica di offrire una visione ancora più completa di questa scuola estetico-artistica.

Moratorium Johns
“Moratorium” di Jasper Johns è una delle opere esposte

Un viaggio nella storia della Pop Art

La selezione presenta, in primo luogo, alcune delle creazioni più emblematiche dei 4 grandi rappresentanti della Pop Art, con un percorso cronologico che ne ricostruisce idealmente la carriera. A partire da Andy Warhol, presente con opere entrate esse stesse nell’immaginario collettivo: Campbell’s Soup (1962), Flowers (1964), Mao (1972), Marilyn (1981) e Perrier Billboard (1986). Roy Lichtenstein, altro “padre spirituale” della Pop Art, è presente tra le altre cose con le celebri Crying Girl (1963) e Sweet Dreams Baby (1966). Di Jasper Johns è possibile ammirare Moratorium (1969), Two Flags (1980), John Cage (1982) e Spoleto Festival (1989). Infine, Robert Rauschenberg è rappresentato con Jewish Museum (1963), Boston Symphony Orchesta (1981), Roci Venezuela (1985), Earth Day (1990) e Statue of Liberty (1997).

Crying Girl
“Crying Girl” di Roy Lichtenstein

In secondo luogo, la mostra offre un excursus tra le opere di quegli artisti che sono stati profondamente influenzati dalla corrente, portandone avanti le istanze nelle forme più personali fino ai giorni nostri. Tra questi, David Salle (presente con Nude, del 1994), Jean-Michel Basquiat (Basquiat, 1988), Jeff Koons (Hulk, 2007) e Keith Haring (Theater der Welt, 1985).

Cordoaria Nacional
Una sala dell’eposizione

Info

La mostra è visitabile presso il Torreão Poente della Cordoaria Nacional (Avenida da Índia, snc) di Lisbona fino al 5 gennaio 2020. Orari: da lunedì a venerdì dalle 10:00 alle 19:00; sabato, domenica e festivi dalle 10:00 alle 20:00. Il costo del biglietto d’entrata va dalle 5€ (bambini) alle 40€ (famiglia). Un adulto singolo paga 10€.

Marco Sabatino

Autore: Marco Sabatino

Palermitano, classe 1979. Nel 2004 ho conseguito il diploma in Pittura (con tesi in Storia dell’Arte) presso l’Accademia di Belle Arti della mia città. Da sempre lettore vorace e appassionato di scrittura creativa, sono arrivato in Portogallo il primo ottobre 2009, e quasi contemporaneamente ho cominciato a scrivere per il BLOG DI MUNDO, dove racconto con un pò di ironia (ma giusto un pizzico, eh) del Paese e della sua straordinaria capitale, Lisbona.
Le stelle della Pop Art in mostra a Lisbona ultima modifica: 2019-10-03T07:52:07-05:00 da Marco Sabatino

Commenti

To Top