CULTURA EVENTI

Portogallo: i festival da non perdere nel 2019

Festival musicali in Portogallo

I festival musicali portoghesi sono gigantesche industrie dell’intrattenimento, che ogni anno investono centinaia di migliaia di euro (e in certi casi milioni) per garantirsi gli artisti nazionali e internazionali più di richiamo. Eventi che risaltano lo straordinario patrimonio storico e naturalistico del Paese con location che, da sole, valgono il prezzo del biglietto. Nel 2018 sono stati realizzati ben 311 festival in tutto il Portogallo, e quest’anno l’offerta promette di essere altrettanto varia, tanto che è impossibile semplificarla in un unico articolo. Noi di itLisbona abbiamo stilato una lista di quelli che, alla data di oggi, ci sembrano i più interessanti. Pronti a segnare le date sul calendario?

Nos Alive

Festival musicali in Portogallo

Il palco principale del Nos ALive

Nato nel 2007 col nome di Optimus Alive, il NOS Alive è diventato in breve tempo uno dei festival più prestigiosi del Paese, riuscendo a raggiungere notorietà nel panorama internazionale grazie alla sua programmazione musicale e alle attrazioni turistiche nelle vicinanze del recinto. La location è infatti il Passeio Maritimo de Algés (Oeiras), lungomare che si affaccia sull’Oceano Atlantico situato ad appena 20 minuti dal centro di Lisbona e a meno di 10 da Belém, uno dei quartieri più celebri e visitati della capitale. Il cartellone del festival è tradizionalmente incentrato sul panorama Rock e Indie, con una strizzatina d’occhio all’Elettronica: dalla sua prima edizione ad oggi ha ospitato nomi del calibro di Radiohead, Depeche Mode, Bob Dylan, Green Day, Metallica, Rage Against the Machine e Beastie Boys. L’elenco di quest’anno conta come sempre su circa una trentina di nomi, tra band e solisti. Quelli di maggior richiamo sono The Cure, The Chemical Brothers, The Smashing Pampkins e Thom Yorke. Una maratona di tre giorni in cui dormire è impossibile.

Date: 11, 12 e 13 luglio 2019 – info complete qui.

Super Bock Super Rock

Festival musicali in Portogallo

Il palco principale del SBSR

Se c’è un evento che può competere, in quanto a prestigio e cartellone, col NOS Alive, questo è sicuramente il glorioso Super Bock Super Rock, che da ormai 24 anni porta in Portogallo alcuni dei nomi più quotati del panorama musicale internazionale. Inizialmente realizzato nel quartiere di Alcântara a Lisbona, dal 2010 ha trovato la sua sede ideale in un grande bosco nell’Aldeia do Meco, vicino Sesimbra, una località marinara a circa 45 km dalla capitale. Location che ha conferito al festival cittadino una nuova immagine, se vogliamo più rilassata, grazie alla fitta vegetazione e alla vicinanza con la spiaggia. Ed è qui che quest’anno torna il SBSR dopo una “parentesi” di 4 anni, dovuta a ragioni logistiche, nel Parco delle Nazioni. Dopo aver ospitato, tra gli altri, Ben Harper, The Prodigy, Skunk Anansie, UB40, Korn, Pet Shop Boys, Peter Gabriel e Sua Maestà David Bowie, Il cartaz di quest’anno ostenta nomi quali Lana del Rey, DisclosureMetronomy, The 1975, Superorganism.

Date: 18, 19 e 20 luglio 2019 – Info complete qui

FMM Musicas do Mundo

Festival musicali in Portogallo

Il palco principale del FMM è installato all’interno del Castello di Sines

Nel sud del Paese a Sines, in Alentejo (1h e 45 min ca. da Lisbona), si svolge la 20ª edizione del Festival Musicas do Mundo, interamente dedicato come suggerisce il nome alla World Music. Questo festival anima per quasi dieci giorni la città natale del grande navigatore Vasco da Gama. Per l’occasione vengono aperte le porte dell’antico castello, all’interno del quale è tradizionalmente montato il palco principale, mentre giù in spiaggia viene allestito un secondo palco, apposito per i Dj Set e gli afterhour.

Festival musicali in Portogallo

Il palco secondario, apposito per i Dj Set, è montato in spiaggia

Il programma di quest’anno non è ancora stato rivelato, ma c’è da scommettere che sarà come sempre fittissimo e ricco di artisti provenienti dai 4 angoli del globo. Un must per tutti gli amanti del genere. Da segnalare che nel 2017 il festival ha ricevuto l’EFFE Award, assegnato dalla European Festivals Association ai “sei più influenti festival europei“: la giuria ha descritto l’evento come una « celebrazione di arte, vita e di spirito cosmopolita », sottolineandone il ruolo nella promozione di « una vera diversità – non di una diversità cosmetica ».

Date: dal 18 al 27 luglio 2019 – info complete qui.

Meo Sudoeste

Festival musicali in Portogallo

All’interno del recinto del Meo Sudoeste viene montata una ruota panoramica

Il Meo Sudoeste è sicuramente uno dei festival più apprezzati dal pubblico adolescente, in virtú della sua economicità, del target musicale – tradizionalmente rivolto al Reggae, al Rock contemporaneo e all’Elettronica – ma anche della location: il paesino di Zambujeira do Mar (provincia di Odemira, in Alentejo) è un’oasi di pace e la sua spiaggia, integrata nel Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina, è una delle più belle della regione e forse dell’intero Paese. Il festival ha esordito nel 1997 e da allora ha ricevuto più di un milione di persone, ospitando artisti quali Jamiroquai, Portishead, Primal Scream, Muse, Groove Armada, Daft Punk e Cypress Hill. Il cartellone di quest’anno ha già confermato la presenza di 6lack, Anitta, Timmy Trumpet e Russ. Altri nomi saranno annunciati a breve. A 2h e mezza da Lisbona (1h e mezza da Faro), il mese di agosto è contrassegnato da questi 5 giorni di campeggio e musica non-stop.

Date: dal 6 al 10 agosto 2019 – info complete qui.

Bons Sons

Festival musicali in Portogallo

Il festival Bons Sons trasforma il paesino di Cem Soldos in un villaggio della musica

Se non amate i riflettori e preferite un’atmosfera più tranquilla, quasi rurale, il generoso mese di agosto offre una Signora alternativa. Il festival Bons Sons, nel minuscolo paesino di Cem Soldos (letteralmente Cento Soldi) vicino Tomar, ad 1h e mezza da Lisbona, è quello che fa per voi. Un vero e proprio villaggio contadino che normalmente conduce una vita scandita dal rintocco delle campane della chiesa ma che durante i 5 giorni dell’evento si trasforma nel “maior festival de musica portuguesa” del PaeseI buoni motivi per andare sono almeno due: in primis, il piacere di vivere per un po’ all’interno di una vera e propria cittadella della musica: perché il festival è dentro il villaggio, e ne occupa interamente le piazze e le strade con vari palchi, una fiera dell’artigianato, chioschi, tavernette e barbecue a cielo aperto allestiti dagli stessi abitanti. In secondo luogo, il cartellone: perché per una volta è esclusivamente dedicato ai musicisti portoghesi, e riunisce in un unico contenitore alcune tra le realtà musicali più interessanti del Paese.

Date: dall’8 all’11 agosto 2019 – info complete qui.

EDP Cool Jazz

Festival musicali in Portogallo

Il palco dell’EDP Cool Jazz

Torniamo a Lisbona, o almeno nelle sue prossimità, con l’EDP Cool Jazz, che ha luogo nell’elegante cittadina di Cascais, a circa mezzora dalla capitale. Il festival, sicuramente uno dei più ricercati del Paese, è nella pratica una rassegna di quanto di meglio offre la scena Jazz internazionale: esplorandone tutte le sonorità e le contaminazioni, dal sound più classico a quello più avanguardistico, offre una visione a 360° sul genere, spaziando dalla Fusion all’Acid Jazz, dal Bebop allo Swing. Quest’anno il programma, come sempre di alto livello, conta con la presenza tra gli altri di Diana Krall, Tom JonesThe Roots e – udite udite – i leggendari Kraftwerk. Per palati fini.

Date: 9, 10, 16, 20, 24, 25 e 31 luglio 2019 – info complete qui.

Vodafone Paredes de Coura

Festival musicali in Portogallo

Il palco principale del festival

Il Vodafone Paredes de Coura è uno dei maggiori e più antichi festival del nord del Paese. Ha luogo nella cittadina di Paredes de Coura, provincia di Viana do Castelo (circa 4h da Lisbona, 1h e mezza da Oporto), nella Spiaggia Fluviale del Tabuão, un luogo dove la natura regna incontaminata. In questo passo del fiume Coura, celebre per il suo anfiteatro naturale, i festivalieri trovano l’ambiente ideale per campeggiare, riposare e fare il bagno, prima della grande festa notturna. La prima edizione dell’evento è avvenuta nel 1993, e da allora ha ospitato band come Tame Impala, Morcheeba, Foo Fighters, Arcade Fire, Sex Pistols (nel loro primo e unico passagio in Portogallo), LCD Soundsystem e Incubus. Quest’anno il cartellone presenta i nomi di The Nationals, New Order, Patti Smith, Parcels.

Date: Dal 14 al 17 agosto 2019 – info complete qui.

Boom festival

Festival 9

Uno dei “tendoni” del Boom, che ospitano concerti ed altri eventi multimediali

Chiudiamo, letteralmente, col botto. Non basta un anno per prepararsi al Boom. Per questo ha luogo ogni due anni e per questo ve ne diamo conto già adesso, in maniera che possiate organizzarvi col dovuto anticipo. La prima edizione di questo festival de cultura visionária ebbe luogo nel 1997 e fu una festa di sola musica Psytrance; oggi è un evento multidisciplinare che incorpora le più svariate forme d’arte, con sezioni dedicate alle arti plastiche, al cinema e al teatro: mostre, spettacoli e proiezioni si accompagnano a sessioni di yoga, meditazione, workshops e conferenze su cultura e scienze alternative. Venendo alla musica, oltre al Dance Temple dove hanno luogo i live e i dj set, c’è il padiglione Sacred Fire per la World Music, un Chill Out Garden e un ulteriore palco dedicato all’Elettronica. Al contrario di quanto avviene normalmente per gli altri festival, il Boom non accetta nessuno sponsor o patrocinio commerciale e adotta una politica nature-friendly che comprende il riciclaggio, l’uso di bagni non chimici e l’utilizzazione di energia solare e eolica. Un vero e proprio villaggio eco-sostenibile e autosufficiente. L’appuntamento è da qui a un anno e mezzo, come sempre nella cittadina di Idanha-a-Nova (2h e mezza da Lisbona), per una settimana di delirio mistico a impatto zero.

Date: dal 28 luglio al 4 agosto 2020 – info complete qui.

Marco Sabatino

Autore: Marco Sabatino

Palermitano, classe 1979. Nel 2004 ho conseguito il diploma in Pittura (con tesi in Storia dell’Arte) presso l’Accademia di Belle Arti della mia città. Da sempre lettore vorace e appassionato di scrittura creativa, sono arrivato in Portogallo il primo ottobre 2009, e quasi contemporaneamente ho cominciato a scrivere per il BLOG DI MUNDO, dove racconto con un pò di ironia (ma giusto un pizzico, eh) del Paese e della sua straordinaria capitale, Lisbona.

Portogallo: i festival da non perdere nel 2019 ultima modifica: 2019-01-29T13:09:37-04:00 da Marco Sabatino

Commenti

To Top