CIBO DOVE MANGIAMO RISTORANTI

Francesinha: dove mangiarla a Lisbona

Francesinha

Al pari di altre cose buone della vita, una Francesinha (pron. fransesìgna) non si può spiegare: bisogna sperimentarla in prima persona. Nel nostro articolo dedicato alla cucina portoghese, l’avevamo descritta come una “strabordante specialità. Ma non basta. Perché la Francesinha è probabilmente la regina della gastronomia lusitana (accanto al “re” bacalhau, ovviamente), un’esperienza culinaria alla quale non potete rinunciare se vi trovate a visitare il Portogallo e più in particolare Oporto, dove rappresenta il piatto tipico. Si tratta di un sandwich fatto con fette di pancarré farcite con una fettina di carne bovina, salsiccia, prosciutto e linguiça (un insaccato tipico). Il tutto ricoperto con fette di formaggio e gratinato al forno. Una volta pronto, gli si poggia sopra un uovo fritto e si circonda di patatine fritte, da intingere nell’immancabile, caratteristica salsa, fatta con polpa di pomodoro, birra, piri-piri (il famigerato peperoncino portoghese) e vino porto.

Le origini della Francesinha

Francesinha
Una francesinha, completa di uovo e patatine fritte, contiene circa 1.450 calorie. Foto by wHaTEvEr – licensed under CC BY-NC-SA 2.0

Pare che a inventare la ricetta sia stato, negli anni 50, un certo Daniel David Silva, all’epoca cuoco del celebre ristorante di Porto A Regaleira. Daniel, inguaribile donnaiolo, avendo lavorato in Francia voleva omaggiare le audaci donne francesi. Cosí, traendo ispirazione dal celebre toast transalpino croque-monsieur, e adattandolo al gusto portoghese (ovvero aggiungendo 5 strati di ripieno in più, imbevuti in una salsa piccante) creó la Francesinha (letteralmente, francesina). Non essendo ancora considerato un “piatto” vero e proprio, questo “snack” era originalmente servito direttamente al bancone, senza accompagnamento di patatine e uovo, e appena in tarda serata, dopo le sessioni notturne di cinema, quando nella Baixa portuense esistevano grandi sale dedicate alla Settima Arte.

A Regaleira Oporto
Dopo ben 85 anni di servizio (ha aperto nel 1934), lo storico ristorante di Oporto “A Regaleira” ha chiuso nel maggio dello scorso anno. Foto: Jori Avlis – licensed under CC BY-NC 2.0

Sembra che dopo la morte di Daniel, un ignoto impiegato lasciò A Regaleira e vendette la ricetta ad altri ristoratori della zona. Fu l’inizio dell’espansione di una specialità oggi diffusa in ogni ristorante della città di Oporto e praticamente in tutto il Paese. Ma non alla Regaleira, che purtroppo nel maggio 2018 è stato costretto a chiudere a causa della revoca del contratto di locazione immobiliare. Sebbene il destino dello storico ristorante sia ancora incerto, persiste la speranza di vederlo riaprire nel prossimo futuro.

Dove mangiarla a Lisbona

Nel frattempo, posti dove gustare delle ottime francesinhas non mancano di certo. Compreso a Lisbona, naturalmente, anche se i “puristi” non saranno d’accordo. Basta provare per credere. La Cervejaria Marco (Largo Santos, 14D), ad esempio, utilizza insaccati e prodotti tipici della Regione di Oporto per mantenere il sapore il più possibile fedele a quello tradizionale. La ricetta di Dom Tacho (Rua David de Sousa, 19A) punta soprattutto sulla salsa, che per molti è il vero segreto per una francesinha perfetta: i proprietari António e Joaquim Valente hanno “rubato” la ricetta alla mamma, di origini portuenses. Il Tappas Caffé (Galerias Plazza, Rua das Gales, 79A) ha aperto nella capitale portoghese dopo aver mietuto successi nel Nord del Paese: le francesinhas sono fatte al forno, con circa otto fette di formaggio filante.

Meat Me Lisboa
La francesinha del Meat Me di Lisbona. Foto: pagina Facebook del ristorante – no copyright

Infine al Meat Me (Rua Duques de Bragança, 9) lo chef di Oporto Tomás Pires presenta una francesinha decisamente ricercata, preparata con i migliori tocchi di carne e con pane della casa a fermentazione lenta. Ad avvolgere il tutto, un sughetto irresistibile e un uovo cucinato a lume basso che “esplode” non appena raggiunge la forchetta. Gnammy!

Marco Sabatino

Autore: Marco Sabatino

Palermitano, classe 1979. Nel 2004 ho conseguito il diploma in Pittura (con tesi in Storia dell’Arte) presso l’Accademia di Belle Arti della mia città. Da sempre lettore vorace e appassionato di scrittura creativa, sono arrivato in Portogallo il primo ottobre 2009, e quasi contemporaneamente ho cominciato a scrivere per il BLOG DI MUNDO, dove racconto con un pò di ironia (ma giusto un pizzico, eh) del Paese e della sua straordinaria capitale, Lisbona.
Francesinha: dove mangiarla a Lisbona ultima modifica: 2019-11-19T05:32:29-05:00 da Marco Sabatino

Commenti

To Top