NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itLisbona

ARTE CULTURA MUSEI

IL PERCORSO DEL FADO A LISBONA

Murales Fado

Molto spesso si sente parlare di Fado, soprattutto per chi vive o è in viaggio in Portogallo.
Il fado è un genere di musica popolare tipica di questo paese. Il Portogallo oltre ad essere uno spettacolare luogo di mare è anche ricco di una cultura radicata nel tempo che permane ancora oggi.
Il fado rappresenta un pilastro fondamentale della cultura del Portogallo, riconosciuto anche dall’UNESCO nel 2011 come patrimonio dell’umanità.

Cos’è il Fado? 

Il fado, come detto, è un genere musicale molto sentito in Portogallo.
Il suo nome deriva da “fatum” che significa proprio destino.
Questo termine ha lo scopo di inspirare un sentimento molto sentito in questa terra, la Saudade che, nonostante sia di difficile traduzione, è un sentimento misto tra nostalgia, tristezza e malinconia.

Il fado un destino segnato

Come già detto, il fado, significa destino. Una parola cosi colma di significato apre scenari immensi davanti ad una vita che risulta essere già scritta per ogni essere vivente. 
In quest’ottica assume dei connotati talmente invadenti da segnano il carattere e le “scelte” di ciascuno di noi.
Per questo motivo il fado canta di amori, vendette, gelosie e tradimenti ma anche della grazia e della fierezza di un popolo, quello Portoghese, colmo di un misto culturale tra marinai, vagabondi, pescivendoli e donne che vivono la loro vita in strada.

Esibizione Fado
L’immagine by Visavis.. è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0

Il destino: le diverse visioni della vita

Fin dall’antichità una domanda che ha sempre invaso la mente dell’uomo è l’esistenza o meno del destino nelle nostre vite, se siamo o meno artefici delle decisioni e conseguenze che “arredano” la nostra intera vita terrena.
La risposta molto spesso è stata cercata in termini filosofici, artistici, religiosi fino ad arrivare ad interrogare la scienza.
L’idea che aleggia su questa parola segue tendenzialmente tre correnti diverse tra loro:

  • La certezza del caos: questo pensiero è tipico di chi crede fortemente che non siamo artefici di alcuna decisione e non vi è alcun destino già scritto. Siamo foglie in balia del vento e del caos che regna in questo mondo. Questa convinzione causa sicuramente un’insicurezza di fondo che rischia di accompagnare una vita intera.
  • La forza Trascendente e il suo senso: questo pensiero appartiene a chi crede fortemente che tutta la propria vita sia già scritta e dettata da una forza superiore, che le scelte lasciate a noi esseri umani siano limitate ai piccoli avvenimenti giornalieri. Questo atteggiamento verso la vita sicuramente libera dalle responsabilità ma, dall’altro lato della medaglia, comporta un’esperienza estremamente passiva e demotivante.
  • La forza del controllo: questo pensiero è caratteristica di chi invece è fortemente convinto che imponendosi un regolare controllo degli avvenimenti grazie alla ricchezza, alla forza di volontà e ad un pensiero ingabbiato nella razionalità si possa avere l’assoluto controllo della propria vita dall’inizio alla fine. Il pensiero totalmente razionale rischia, però, di sfociare in una vera e propria assenza di sentimenti, visti solo come l’anello fragile di una catena perfetta. Questa modalità di pensiero determina un senso di onnipotenza che non permette nuove comprensioni e relega la mente umana in una gabbia sempre più angusta.

In tutti i casi, considerare tutti questi pensieri in modo totalitario porta a conseguenze che mal si accordano con una vita tutta in divenire.

Gli strumenti utilizzati nel fado

Il Fado è un genere musicale che prevede l’utilizzo di determinati strumenti che rendono tale melodia molto evocativa e intensa.
I 3 principali strumenti sono:

  • Viola do fado;
  • Cavaquinho, chitarra spagnola in grado di riprodurre armonie e bassi;
  • Guitarra portuguesa
Raffigurazione Fado
L’immagine è concessa in licenza con by pedrosimoes7 CC BY 2.0

Come si è diffuso?

Il fado nasce, come molti generi musicali, nei quartieri poveri del Portogallo.
Il culmine del suo sviluppo è avvenuto tra l’800 e il ‘900, in particolar modo negli anni di dittatura di Antonio De Oliveira Salazar.
Nel corso del tempo il Fado ha subito diversi cambiamenti ma ciò che permane tutt’ora è il sentimento di base che ha molto a che fare con partenze e adii, proprie della Saudade.

Cercare di spiegare il Fado?Impossibile!

Molto difficile è dare una collocazione reale della sua nascita in quanto molti affermano provenga dalle canzoni moresche mentre altri dichiarano la sua nascita per sostituire, in epoca medievale, la “chanson de geste”.
Non riuscendo a determinare con precisione l’origine del fado ciò che, invece, possiamo fare tutti è perdersi tra le vie e i quartieri tipici di Lisbona lasciandoci invadere dai vari artisti che s’improvvisano con la loro chitarra.

Una Ballerina Del Fado
L’immagine by mrbill78636 è concessa in licenza con CC BY 2.0

Le tipologie di Fado

Negli anni trascorsi si sono susseguiti diversi generi di Fado, che ora vedremo insieme.
Il Fado sicuramente più antico, quello della nascita del genere musicale è il cosiddetto “fado del marinaio”, modello da cui si sono ispirati tutti gli altri stili.
Gli altri sono:

  • Il fado castico;
  • Aristocratico
  • Il fado bohemien;
  • Il fado corrido.

La nascita delle case del Fado risalgono a poco più di 30 anni fa, soprattutto nella zona di Lisbona nominata Bairro Alto. In precedenza il Fado veniva cantato per le strade da artisti improvvisati.
In alcune taverne l’improvvisazione tende a permanere, regalandoci la possibilità di assistere a delle esibizioni intense e uniche.
Il periodo d’oro di questo genere musicale si ebbe tra gli anni ’40 e’60.
Più tardi molti artisti iniziarono a mixare le melodie del Fado con quelle maggiormente fusion conferendo quel tocco di novità senza cancellare il sentimento di base.

I musei del fado a Lisbona: Alfama

Il quartiere dove il Fado ad oggi si riesce a percepire in ogni via è nel quartiere Alfama.
Proprio qui è presente anche un’intero museo dedicato al Fado, Museo do Fado, in cui è racchiusa tutta la sua storia dalla nascita fino ai nostri giorni.
Oggi, per chi visita Lisbona o si è trasferito qui, c’è la possibilità di assistere a musica dal vivo nel quartiere Alfama mentre si assaporano piatti tipici della tradizione in una delle tante taverne.
Altro museo, sicuramente da visitare, a Lisbona è quello fortemente voluto dalla principale esponente del genere musicale, Amalia Rodrigues che ebbe una lunga carriera durata 60 anni che diede la possibilità a questo genere musicale di farsi conoscere in tutto il mondo. L’esposizione è presente nella vecchia casa in cui ha vissuto la cantante.

Museo Do Fado
L’immagine by Leandro Fridman è concessa in licenza con CC BY-NC-SA 2.0
IL PERCORSO DEL FADO A LISBONA ultima modifica: 2020-11-20T11:17:39+00:00 da Noemi Solo Rumore Mor
To Top