NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itLisbona

ITINERARI LUOGHI DI RITROVO PUB

La Rua Cor-de-Rosa, simbolo della movida di Lisbona

Rua Cor De Rosa Passeggio

Ogni città racchiude al suo interno delle strade storiche destinate alla così detta movida. Luoghi di incontro e socializzazione che nelle grandi capitali si trasformano in veri e propri melting pot di popoli e culture. La giovanile e vivace Lisbona, ovviamente, non fa eccezione. Abbiamo già parlato, ad esempio, del Bairro Alto. Ma poco più a sud del celebre quanto antico quartiere è possibile trovare quella che forse è diventata la strada per eccellenza della nightlife lisboeta. Si parla della rua Nova do Carvalho, anche conosciuta come Pink Street o, per dirla alla portoghese, Rua Cor-de-Rosa (“strada di colore rosa”).

Dalla “vida” alla movida

La trasformazione di rua Nova do Carvalho in centro prediletto della vita notturna di Lisbona è molto recente, essendo cominciata nel 2011 con un progetto di riqualificazione urbana. La strada si trova nel centralissimo quartiere di Cais do Sodré, che si estende sulla riva nord del fiume Tago, oggi sede di molti “punti caldi” frequentatissimi dai turisti (basti pensare al rinnovato Mercado da Ribeira).

Rua cor-de-rosa - movida

Movida notturna nella Rua cor-de-rosa

Vedendo cosa è diventata questa zona oggi, si fa fatica a pensare che fino a qualche anno fa fosse considerata poco raccomandabile se non del tutto pericolosa. Soprattutto Rua Nova do Carvalho, caratterizzata da una particolare posizione che le conferisce una certa privacy, è stata a lungo il ritrovo abituale di marinai e lavoratori portuali. Si è affermata negli anni come la strada a luci rosse di Lisbona. Di notte era popolata soprattutto da donne di vita con una clientela poco propensa ad altri tipi di socializzazione.

Rua cor-de-rosa - pomeriggio

La Rua cor-de-rosa nelle prime ore del pomeriggio. Foto: Ruben Texeira/olhares.com

Ciò nonostante, discoteche e altri piccoli locali hanno coraggiosamente cominciato ad aprire le porte, nel tentativo di trasformare l’atmosfera e la reputazione del quartiere. L’intervento del Comune nel 2011 è stato decisivo. Nell’ambito di un più ampio progetto sulla zona di Cais do Sodré, Rua Nova è stata resa interamente pedonale colorando il manto stradale completamente di rosa, come una sorta di omaggio alle donne una volta costrette a prostituirvisi. Case chiuse e bar malfamati sono stati convertiti in club alla moda e accoglienti caffetterie e ristorantini. Da quel momento giovani e turisti hanno cominciato a frequentarla sempre più assiduamente. I locali e le discoteche che la tappezzano offrono decine di alternative per chi ama fare le ore piccole.

Il legame di Rua Cor-de-Rosa con la storia passata del quartiere

A soli 8 anni dall’intervento urbanistico che l’ha resa la strada che conosciamo, la Rua cor-de-rosa è già riconosciuta a livello internazionale. Recentemente, il New York Times l’ha inserita tra le 12 strade più animate d’Europa. La sua fama è cresciuta anche grazie alla forte diffusione sui social. Milioni e milioni, infatti, sono le foto che circolano su Instagram se si cercano gli hashtag relativi alla strada rosa di Lisbona.

Pizzeria La Puttana Lisbona

La pizzeria “La Puttana” nella rua cor-de-rosa

Come molti punti una volta trascurati della capitale portoghese, Rua Nova do Carvalho ha usato la sua storia come un trampolino di lancio invece che come un ostacolo. Esemplari in questo senso sono i nomi di alcuni locali che hanno scelto di ironizzare sulla pessima reputazione che aveva la strada. C’è la pizzeria La Puttana o il Bar da Velha Senhora (bar della vecchia signora). Il pub Pensão Amor (Pensione Amore) sorge addirittura all’interno di un edificio che un tempo ospitava un bordello. L’arredamento “barocco” e decisamente Kitsch è una testimonianza assolutamente ricercata dell’atmosfera godereccia che veniva vissuta tra queste mura.

Rua cor-de-rosa - Pensão Amor

Una sala della “Pensão Amor”. Foto: lisbonne-idee

Anche il Sol e Pesca (Sole e Pesca) mantiene un forte legame con l’attività precedente. Infatti questo baretto, celebre per i suoi petiscos (spuntini, tapas), ha mantenuto l’arredamento e le caratteristiche del negozio di articoli per la pesca che ospitava in passato. In definitiva, una riconversione delle attività davvero ben concepita, che non vuole assolutamente nascondere sotto un tappeto (rosa) un periodo meno lusinghiero della strada – e dell’intera città – ma, al contrario, mantenerne viva la memoria.

La Rua Cor-de-Rosa, simbolo della movida di Lisbona ultima modifica: 2019-04-16T07:10:58+01:00 da Luigi Bove
To Top